Brodo vegetale neonato svezzamento

Conservazione e preparazione

Quali verdure scegliere mese per mese

Scritto da Pappa e Latte il 02 Settembre 2017

Il brodo vegetale e il passato di verdura sono parti fondamentali dello svezzamento dei neonati, per iniziare a fargli conoscere i gusti e per abituarlo ad una dieta sana!

Continua a leggere, proseguendo troverai indicazioni su :

  1. Come conservare il brodo vegetale per neonati.
  2. Quali verdure inserire mese per mese.
  3. Come si prepara, in pentola a pressione e nella pentola normale, il brodo vegetale per lo svezzamento dei neonati.




Come si CONSERVA il brodo vegetale per i neonati in svezzamento



Partiamo dalla conservazione, in quanto spesso accade che tra le mille cose da fare ritrovarsi un brodo già pronto sia veramente comodo.

Seguendo alcune semplici regole avrai sempre un brodo pronto!!

Il brodo vegetale una volta preparato può essere somministrato al bambino e l'eccedente conservato in frigorifero.

Il brodo vegetale in frigorifero dura 24 h poi va buttato e rifatto nuovamente.

Non ci sono alcune controindicazioni però a preparare il brodo e poi congelarlo.

Congelare il brodo ti darà la possibilità di avere il brodo sempre pronto in pochi minuti...giusto il tempo per scongelarlo!



Chiaramente vanno seguite alcune semplici ma fondamentali indicazioni.

Intanto le quantità: per preparare almeno 5 - 6 porzioni serve un litro d'acqua.

Una volta ottenuto il brodo e raffreddato questo può essere congelato.

La cosa più importante a questo punto è utilizzare dei contenitori monoporzione adatti per congelare alimenti.

È molto importante che i contenitori siano monoporzione (almeno 150 ml) in modo da poterne scongelare una alla volta.

Di seguito proponiamo i due migliori contenitori per congelare il brodo vegetale per lo svezzamento:

  1. Contenitori Avent con sistema VIA
  2. Contenitori Kiddo




Dimensione singolo contenitore Adatto per

Congelare
-
Conservare in frigorifero
Adatto per essere:

riscaldato a Microonde
-
riscaldato a Bagnomaria
-
Lavato in lavastoviglie
Chiusura ermetica Vedi Offerte
#1

60 ml SI
-
NO
NO
-
NO
-
SI
NO
#1

Si può scegliere tra:
120 ml - 180 ml -240 ml
SI
-
SI
SI
-
SI
-
SI
SI


Quali verdure inserire mese per mese nel brodo vegetale per il neonato in svezzamento



Le verdure sono uno degli alimenti più importanti nello svezzamento di un neonato.

Possono essere introdotte, in modo graduale, già a partire dal quarto / quinto mese, sotto forma di brodo filtrato o omogeneizzato.

Concorderete con il medico pediatra il calendario dello svezzamento del vostro neonato, e a quello dovrete attenervi scrupolosamente.


In linea generale si può comunque stilare un elenco di verdure utilizzabili in base all'età del bambino.

È sempre consigliabile introdurre una nuova verdura alla volta in modo da verificare se il neonato presenta qualche forma di intolleranza alla nuova verdura introdotta.

Di seguito vedremo quali verdure inserire, in linea generale, mese per mese nella dieta del neonato in svezzamento.



MESI 4 - 6


Per l'inizio dello svezzamento si può optare per Patate, Carote, Zucchine e Sedano.

Patate

patatle
Carote

carote
Zucchine

zucchine
Sedano

sedano



Patate, carote, zucchine e sedano sono particolarmente indicate per l'inizio dello svezzamento in quanto molto essendo povere di fibre sono altamente digeribili.

Le patate e le carote vanno "pelate" adeguatamente.

Inserire anche in questo caso una verdura alla volta.

Una volta verificato che il neonato non presenta intolleranze si può preparare un brodo con tutte e tre le verdure.

MESI 7 - 8



Come step successivo, una volta che l'organismo del bambino ha iniziato ad abituarsi alle fibre vegetali è possibile introdurre:

Zucca

Zucca
Fagiolini

Fagiolini
Spinaci

Spinaci
Bietole

bietole
Finocchi

Finocchi



Inserire anche in questo caso una verdura alla volta.

Una volta verificato che il neonato non presenta intolleranze si può preparare un brodo di verdure sempre più completo.

MESI 9 - 10



Con il passare dei mesi si può provare a proporre al bambino:

Asparagi

Asparagi
Carciofi

Carciofi



Inserire anche in questo caso una verdura alla volta.

MESI 11 - 12



Solo dopo il Decimo mese compiuto si può provare ad inserire il pomodoro, ben maturo, spellato e privato dei semi.

Pomodori

Pomodori
Piselli

Piselli
Lenticchie

Lenticchie
Ceci

Ceci



Inserire anche in questo caso una verdura alla volta.

Prestare particolare attenzione all'introduzione del pomodoro, è consigliabile introdurlo in quantità minima e aumentare giorno dopo giorno, in quanto se il bambino è predisposto potrebbe favorire delle reazioni allergiche.

MESI 12 - 24

Compiuto il primo anno di età si possono introdurre:

Cipolla

cipolla
Fagioli

Fagioli
Verza

Piselli
Cavoli

Lenticchie






Come si PREPARA il brodo vegetale per i neonati in svezzamento



Dopo aver visto come conservare il brodo vegetale e in generale quali verdure utilizzare, vediamo come si fa a preparalo.

Il procedimento è estremamente semplice, infatti è sufficiente prendere le verdure lavarle, sbucciarle se necessario, farle a piccoli cubetti metterle in un pentolino con dell'acqua e bollirle per circa un'ora.

Se si opta per la cottura a pentola a pressione sono sufficienti circa 20 minuti.

È molto importante non aggiungere sale.

per preparare una monoporzione considerare circa 150 - 200 ml a secondo del mese dello svezzamento con un pezzo di ciascuna verdura, per esempio nel caso del primo brodino una carotina e una patata ben lavate e sbucciate una costina di sedano e due tre pezzi di zucchino.

Chiaramente se si opta per preparare più di una porzione va moltiplicata sia la quantità di acqua che le quantità di verdure.

Una volta che le verdure sono cotte possono essere utilizzate in tre modi:

  1. Colare il brodo senza passare le verdure, prendere 15-20 g di crema di riso o mais e tapioca e riscaldarli in circa 150 g del brodo ottenuto dalla colatura aggiungendo un filo di olio extra vergine di oliva.
  2. Omogeneizzare il brodo e le verdure bollite per ottenere degli omogeneizzati di verdura.
  3. Passati i primi mesi di svezzamento si può utilizzare il brodo per cuocere una pastina oppure schiacciare le verdure con la forchetta e per i più grandi somministrare i cubetti direttamente.